I Privilegi Esistono, Ma Non Sono Tutti Uguali

Anche il Non Profit Ha la Sua Casta?

Sta facendo discutere la recente analisi del settore che in Inghilterra ha evidenziato come alcuni manager arrivino a guadagnare cifre dell’ordine di circa 300.000 sterline all’anno. Ora, andiamo con ordine. La rivista inglese Third Sector è quella che nel Regno Unito pubblica ogni anno gli stipendi di tali maestranze, ed è esattamente in conseguenza di questo capillare e trasparente monitoraggio che questo tema si è imposto all’opinione pubblica. Possiamo certamente dibattere sulla convenienza ed eticità di stipendi così alti, certamente ben al di sopra di qualsiasi ragionevole definizione di benessere. Ma la questione, specie se confrontata con la situazione italiana, è a mio avviso un’altra: come funziona il terzo settore in Inghilterra e che valore oggettivo produce nella società inglese?

Chiunque nei medesimi temi e ambiti abbia svolto un master in quei luoghi — lo so perché in questo periodo stiamo avviando un progetto con collaboratori esperti in materia — sa benissimo che i fondi destinati al sociale sono incredibilmente più corposi e ben utilizzati rispetto a quanto avviene nel nostro paese. E non solo. Mi sapreste dire quale rivista pubblicherebbe mai, da noi, gli stipendi di Tizio e Sempronio? La verità è che in Inghilterra questi grandi dibattiti saltano fuori esattamente in funzione della trasparenza che lì sembra un fatto normale, di base, facente parte dell’ovvietà, mentre da noi costituisce al limite l’eccezione che conferma la regola.

Se lì si discute — e giustamente — sull’eccesso di certi stipendi a fronte di un oggettivo e misurabile lavoro qualificato, qui a fatica riusciamo a capire chi ha pagato chi, sulla base di quale bando, quale appalto, quale convenzione, quale regola, per poi scoprire che i decisori annidati nelle stanze dei bottoni dispensano regali in barba a qualsiasi iter standardizzato e in ragione del proprio esclusivo arbitrio.

Come dire: un ulteriore stimolo per valutare quanto l’Italia sia arretrata, e quanto sia importante oggi fare fronte comune per ricostruire un sistema di regole oggettive, trasparenti e valide per tutti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...